martedì 1 novembre 2011

Giornata semi ordinaria di una famiglia part time

Oggi doveva essere il giorno x, il giorno in cui il papà di Ale a volte in barca a volte in elicottero raggiunge il posto di lavoro ...(vedi foto).
Eravamo reduci già da una sua partenza di quattro giorni per un corso programmato proprio nel suo periodo di stop.
Una vera noia (per non essere volgari). Mi scoccia troppo quando durante il suo periodo di riposo gli organizzano corsi a destra e a vanvera, perchè veramente la cosa è destabilizzante..
Eravamo reduci da giornate piene in cui il papà si è occupato di tante cose delle casa che da tempo andavano sistemate.
Reduci da giornate che passano troppo in fretta...
Sarebbe stato il giorno del "papà dov'è???" susseguito da
giorni in cui Ale tenta di mostrare al papà le cose per telefono :)
Poi pero'questa notte il papà è stato male, ora ha la febbre ed è a letto. (Non ha nulla di terribile ma non è in condizione di andare via)
Cosi' per rendere tutto piu' agevole Ale si è svegliato di buon'ora e ha snocciolato una serie di capricci degni di una sezione di asilo nido...doppia!
Poi per fortuna è arrivato mio papà e cosi'  tra mille urla sono riuscita a cambiarlo per poi vederlo uscire felice.. in passeggiata...Lui, mio papà è Chatty!
I nostri mesi, le nostre giornate sono scandite da cicli di due settimane in cui siamo io e Alessandro che aspettiamo il rientro del papà che poi si ferma a casa tre settimane.
Anche se adesso non lavora, poterlo mandare al nido al mattino per me è un costoso ma essenziale toccasana, poi quando ho bisogno ci sono comunque sempre i nonni!
C'è anche da dire che Ale sta crescendo in fretta...è u bambino esigente e attento ai cambiamenti.
Se fino a qualche mese fa  forse nemmeno si accorgeva piu' di tanto della sua assenza..ora...quando il papà va via mi chiede sempre dov'è!
Penso sia giunta l'ora di mostrare il luogo di lavoro del papà almeno in foto...anche perchè non sarà mai possibile vederlo da vicino...e di fargli capire dov'è quando non è con noi!
Quando non andiamo assieme ad esempio alla fiera del libro...
Sabato prima di andare a cena dai miei ci siamo spogliati dei nostri abiti casalinghi e ci siamo recati in una grande sala piena di libri...per tutti , anche se alla fine non abbiamo visto molto...
Bellissimo vedere finalmente Ale che se la gira in scioltezza...che sbircia i libri, che ti cerca, che non si allontana troppo...e che comunque ti fa vedere tutto di corsa...
Sono solo riuscita a prendere questo libro. Sono stata rapita prima dai colori e dai disegni, poi dal fatto che l'editore fosse locale.
"I capricci sono difficili da affrontare? Prova con le filastrocche di Ciccio, Ruffo e Raffo, Gigetto e tutti gli altri...riccetti blu."

Ricci Capricci Bisticci
di Sandra Trambaioli 
illustrazioni di Carlotta Tognin
Alberto Brigo editore
Nella stessa collana:
Buona Notte paura
Filastroccole
Un sogno da leoni
Forse anche per questo libro preparero' un segnalibro a tema...come ho fatto ieri!

Ma ora il mio tempo è scaduto...è ora di sfruttare l'assenza di Ale al meglio!



7 commenti:

  1. ma sai che l'autrice è una mia ex compaesana? :-)
    in bocca al lupo al papà di Ale perchè si riprenda presto! (anche se forse vuol dire che se ne deve tornare al lavoro?)

    RispondiElimina
  2. An si? vedi il mondo quanto è minuscolo! :)Dillo a tua sorella di fare un salto alla fiera del libro!
    Dice il saggio ;Meglio un uomo sano al lavoro che ammalato a casa :P

    RispondiElimina
  3. Quanto ti capisco! anche noi siamo nella stessa situazione...forse anche peggio...perchè il papà va e viene ma senza sapere quando e come. Fa il fonico quindi è capace stare a casa due giorni e ripartire per quattro, oppure dieci giorni, oppure un mese e così all'improvviso! E così rimango sola con Eva e l'altra bimba in pancia e organizzarmi è davvero difficle...non oso immaginare se avessi un lavoro...anche Eva ora chiede di papà, dov'è e a volte mi chiede di poter parlargli al telefono! Uff a volte vorrei tanto un compagno che è a casa alle 5 del pomeriggio, ma ama troppo il suo lavoro e così noi accettiamo;)

    RispondiElimina
  4. Sara :P mi fa strano vederti commentare, mi sembra di leggere il mio alterego!
    Anche tu sei
    messa bene eh!
    Io per ora nn voglio un altro bimbo perchè non ho voglia di, egoisticamente, incasinarmi di piu' la vita...
    Poi ci penso...se luca facesse un altro lavoro non tornerebbe alle 5 e non lo vedrei sicuramente oggettivamente di piu'!Almeno il tuo compagna ama il suo lavoro, credosia una gran bella cosa...

    RispondiElimina
  5. Si il mondo è davvero piccolo a volte ;-)
    c'è ancora la fiera del libro o è già finita? in caso le dico se ha voglia di andarci domani...

    RispondiElimina
  6. ah bene allora glielo dico così può andarci oggi se ha voglia, grazie!

    RispondiElimina

^_^ benvenuto