lunedì 4 febbraio 2013

Fuori dal mondo

Sono i giorni come questi che mi fanno ricordare il motivo principe che mi ha fatto decidere di non postare mai i miei post sulla mia pagina personale!
Visto che nel mio profilo fb ho molti compaesani ,compaesani che a mio avviso sono molto distanti dal mio mondo, che non voglio chiamare virtuale, ho deciso di tenere per quanto mi è possibile  le cose separate, tanto che mi fa piu' piacere una sconosciuta/o sul mio profilo personale che una persona conosciuta sulla pagina del mio blog!
Anche questa sera per esempio, mi sono ritrovata a parlare di matrimoni e famiglie gay su fb e  un mio compaesano mi ha scritto ( in privato per fortuna) che è allucinato  nel sapere che un educatrice di nido approvi questo tipo di famiglie ossia due persone dello stesso sesso e un bambino.
Cioè ... non entriamo nel merito dell'argomento, visto che fatico a parlarne anche con i miei genitori che non accettano ancora l'omosessualità... ma vi rendete conto che questa persona ora andrà a dire in giro  molto probabilmente che  sono una sbandata e un'educatrice poco seria perché vado contro natura con il pensiero?Perché lui ha un pensiero ben preciso e lo ritiene l'unico valido?
Altra questione... la questione sfogo! Se mettessi i miei post sul mio profilo ora non potrei sfogarmi!!!
Come molti di voi sanno io vivo due settimane al mese sola con Ale, sono consapevole che c'è di peggio e che la cosa è affrontabile e che  ho solo un figlio da curare  ecc ecc, ma cio' nonostante vi chiedo, avrò il diritto un week end ogni tanto di vivere male questa separazione!? Oggi tutti i miei compaesani sempre, si loggavano nei posti piu' disparati e io scherzosamente ho scritto che li avrei bannati tutti,  che ero stufa di leggerli, di conseguenza mi son presa della brontolona.... da una mamma con due figli che stava andando al mare con marito, figli , cane e che conosce la mia situazione e che a volte sta anche lei sola... ma soprassediamo.

A volte mi sento veramente fuori dal mondo e anche una mamma inadeguata, perché ho un figlio solo e perdo la pazienza facilmente, perché sto gestendo male questi periodi di separazione mi faccio soffocare dalle mie paure che mi portano a tornare dai miei dove realmente... sto bene ma non quanto sto  bene a casa mia...in tanti mi dicono "ah ma io sto bene in casa mia da sola/o" ma è piu' facile pensare a quanto stiamo bene noi in certe situazioni piuttosto che fermarsi a pensare cosa possa bloccare una persona cosa possa metterla a disagio e provare a capirla, comunque sia oggi, fare due passi con Alessandro, giocare all'aria aperta  e bere un te a casa nostra mi ha rasserenato..

7 commenti:

  1. Non conosco per niente la tua situazione. Facendo volontariato in una onlus (S.A.V.) in cui mamme e bimbi vivono situazioni familiari difficili (non voglio accumunarti, ripeto che non sò niente di te XD) voglio solo dire che ho imparato a non giudicare. E a non dare niente per scontato. La famiglia del Mulino Bianco non esiste, giudicare gli altri secondo questo parametro è stupido e profondamente ingiusto, fa sentire chiunque inadeguato (e forse inadeguato è il primo che spara giudizi). Nessuno è immune dall'imperfezione, se vogliamo definirla così, e non giudicare aiuterebbe tutti. Non vedo l'ora che in Italia il bigottismo e il falso moralismo venga seppellito per sempre, ma a volte temo questo: non vedrò mai quell'ora. Troppa gente giovane come me (32 anni) che però sembra uscita da un film dell'Inquisizione; la stessa gente che 10 anni fa bestemmiava in giro ora sbandiera i peggiori slogan pseudo-cristiani. E dico "pseudo" perchè certi atteggiamenti nulla hanno a che fare con il cristianesimo nella sua essenza: amore e rispetto.
    COn affetto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bhe ma io infatti non son qui per giudicare ma vengo giudicata (nel mio racconto ) cosi a priori! Mia mamma dice sempre la gente che si batte il petto in chiesa è la stessa che poi caccia i ragazzi di colore...purtroppo! :(

      Elimina
    2. Ahah, scusa, dovevo specificare che la mia ramanzina non era assolutamente rivolta a te (e ci mancherebbe altro!).
      XD
      Tua mamma ha ragione...
      Un abbraccio!

      Elimina
  2. Aggiungo che, solitamente, chi sparla degli altri lo fa per un motivo solo: per evitare che si sparli di lui stesso. Una persona che potrebbe dire in giro che sei un'educatrice inadeguata per le tue idee è una persona molto, molto, molto piccola. Sii superiore (per quanto sia dura...)!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. inizialmente sai me la prendo ci resto male , poi ci rifletto e me ne frego :) per forza :) grazie

      Elimina
  3. Ciao!
    Abbiamo davvero molto in comune e, perciò, ti capisco bene...
    Anche mio marito è spesso fuori per lavoro e non è mica facile!
    Sì, anch'io ho solo una figlia e sono pure educatrice, ma star dietro ad una bambina non è una passeggiata!
    Anch'io non sto più lavorando fuori casa per momentanea impossibilità di conciliare tutto, ma a volte comunque non riesco a conciliare il ruolo di mamma con quello di donna e moglie!
    Che vita dura... anche se in fondo -eccetto alcuni momenti di sconforto più che legittimi!- è bello così ;-)

    RispondiElimina

^_^ benvenuto