sabato 25 luglio 2015

Farfallina bianca

Giovedi mattina, al campo estivo , ho notato piu' volte una farfallina bianca , mi si è anche posata sopra la maglia, tornando a casa in bici ne ho vista un'altra.
Per quanto sia abbastanza normale vedere le farfalle in questo periodo mi è sembrato che volesse dirmi qualcosa.
Fino a qualche mese fa mi capitava di passare molto piu' tempo con i miei genitori e di vivere le cose in maniera diversa ora che li vedo da un punto di vista diverso, un pò piu' distaccato mi incupisco molto a pensare e vedere certe situazioni.
I miei genitori anagraficamente sono giovani , hanno uno 65 anni anni e uno 64, fisicamente invece ,principalmente mio papà hanno molti anni in piu'.
Non mi ero mai immaginata piu' di tanto la loro vecchiaia,  ho sempre pensato che comuque i miei genitori, con passioni molto diverse sarebbero invecchiati si assieme, ma mentre mio papà avrebbe continuato a fare i suoi giri in bici , il suo orto, le sue camminate con il cane, mia mamma finalmente avrebbe messo da parte le macchine da cucire e avrebbe preso del tempo per se. Invece mi ritrovo a preoccuparmi per le loro condizioni di salute, Mi ritrovo al telefono con una mamma preoccupata, che per una volta è a fare una cosa bella lontana da casa ma con il pensiero di avere lasciato a casa una persona dolorante, mi ritrovo ad osservare mio papà che per fare mezzo scalino si deve appoggiare a qualcosa....che è affranto e negativo, come dargli torto? Pian piano le forse vengono a mancare, i muscoli pure ...
A volte cerco di godere dei piccoli attimi di serenità, ad esempio se lo vedo uscire in bici lo prendo come un buon segno,ma nn era certo cosi che mi aspettavo di vederli invecchiare! Mio papà potrebbe fare e vorrebbe fare ancora molte cose con Alessandro ma non ci riesce più.
E' una tristezza infinita quella che mi rapisce a volte quando lo vedo e ancora di piu' quando vendo delle coppie di anziani fare delle cose assieme...quando vedo sul suo viso i segni del dolore.
Il 20% dei pazienti colpiti dalla sua patologia smettono di camminare, forza papà non fermarti...
Qui i miracoli non si possono fare, bisognerebbe riuscire a trovare un giusto equlibrio...




2 commenti:

  1. Cara Sara ti capisco perfettamente. Io purtroppo non ho potuto vedere il mio papà invecchiare ed è stato tremendo vederlo "spegnersi" sia fisicamente che psicologicamente, lui sempre così attivo e pieno di idee e attività.... Spero tanto che la malattia di tuo papà possa essere clemente e dargli modo di arrivare ad essere un "vecchietto"ancora arzillo e attivo. Un abbraccio

    RispondiElimina

^_^ benvenuto