lunedì 1 giugno 2009

Mamma attente ai bisogni dei bambini, ambienti a misura di bambino (intervista a Mammafelice)


Tempo fa Mammafelice mi ha resa molto felice appunto ^_^ mettendo un bell'articolo sul proprio sito in cui parlava di come aveva trasformato la cameretta della sua piccola Dafne per renderla piu' adatta alle esigenze della piccola birbantella
Barbara si ispira molto a delle idee montessoriane,io non entro personalmente nel merito inquanto solitamente gli asili nido o le scuole dell'infanzia prendono spunti da molti filoni e si aggiornano spesso.
La foto che vedete è presa dal suo articolo. E' bello sapere che ci sono molte mamme attente alle esigenze anche in ordine di spazio ,dei propri piccoli e frequentando il sito di MammaFelice nonchè il suo forum mi sono accorta che sono molte le mamme che sentono questo desiderio nonostante lavorino e siano molto impegnate...
Ho chiesto quindi la disponibilità di Barbara che molto carinamente ha accettato e ha risposto a delle mie domande...alcune sono semplici domande che a volte rivolgo ai genitori prima dell'inserimento all'asilo nido.
Sicuramente il suo articolo e le sue risposte saranno fonte e spunto di ispirazionesia per delle mamme o per delle educatrici che stanno pensando come arredare magari un nido famiglia....o piccoli spazi


L'intervista

Io: Attuamelmente qual'è l'età di tua figlia?le inclinazioni caratteriali???il tempo che tua figlia trascorre in casa???Il suo livello di motricità (e distruzione:P)
Barbara :Dafne ha 17 mesi ed è una bambina molto allegra e serena.
Durante io giorno è piuttosto vivace, ma non ha un carattere 'distruttivo': non ha mai avuto scatti di ira, momenti in cui ha rotto qualcosa appositamente o gesti di stizza. La sua vivacità si dimostra nel correre di qua e di là nella sua stanza, arrampicarsi sulla mia scrivania tentando di rubarmi penne ed appunti, e anche nel ballare, cantare e parlare continuamente. Sa gattonare molto velocemente e camminare speditamente, ma solo tenendosi ai mobili e mettendosi 'in sicurezza'.
Sa camminare, ma ancora non ha voluto 'lanciarsi' in questa avventura.
Dafne ama anche i momenti di 'solitudine', in cui si mette a giocare da sola con i suoi bambolotti o i suoi giochini, e questi momenti di 'indipendenza' sembrano piacerle molto, perchè è lei stessa a cercarli.
Essendo io una teleòavoratrice, Dafne passa tutto il giorno con me, stando principalmente a casa.

Quali sono le tue esigenze in questioni di spazio? Cosa offre casa tua sempre in questi termini???
Lo spazio è un'esigenza costante, soprattutto per me che lavoro da casa: non ho un ufficio tutto per me e questo, alla lunga, si rivela scomodo.
Nello stesso tempo mi piacerebbe avere un piccolo giardino privato, in cui andare a giocare con Dafne, ma anche questo è un sogno per il futuro.
Al momento la nostra casa è 'essenziale', ma confortevole e il nostro sogno futuro sarebbe quello di riuscire, un domani, a trasferirci in periferia o in campagna, più a contatto con la natura.

Si sono modificate nel tempo? Come le hai modificate e perchè?
Tutte le volte che le nostre esigenze di spazio si sono modificate, abbiamo scelto drasticamente di cambiare casa. Prima abbiamo abitato in un appartamento condiviso con altre persone, poi in un monolocale, ed infine in questo appartamento, che è stato perfetto per l'allargamento della famiglia.
Un domani probabilmente faremo la scelta di trasferirci fuori città, per ampliare ancora di più il nostro spazio vitale, pur con tutti i sacrifici che questo comporta.

Prima della Nascita di Dafne avevi già le idee chiare su come gestire l'ambiente che l'avrebbe accolta nel tempo?
Sì, ho sempre avuto le idee abbastanza chiare, sull'ambiente dedicato a lei. Lo volevo funzionale, adattabile, montessoriano, facile da pulire e a misura di bambino. Per questo la sua cameretta si è modificata, nel corso di questi mesi, seguendo le sue esigenze crescenti.

Attualmente come hai strutturato la cameretta di Dafne???
Da quando Dafne è libera nei movimenti, la cameretta è strutturata in modo da soddisfare le sue esigenze di spazio per muoversi, gattonare e camminare e anche per poter prendere autonomamente le cose che le appartengono. Secondo quest'ottica, dunque, abbiamo sistemato dei mobili piccoli, funzionali e alla sua portata, in modo che possa prendere da sola i libri che vuole sfogliare, scegliere i suoi giocattoli (proponendoli a rotazione), scrivere e disegnare con i pastelli.

La ritieni funzionale alle tue esigenze e al suo scopo???
Sì, sono molto soddisfatta degli ultimi cambiamenti fatti in tal senso.

Che genere di materiale/giochi... ha a disposizione Dafne in camera sua e perchè?
I giochi sono suddivisi, nelle loro scatole, per tipologia: giochi montessoriani; giochi faidate, che ho dunque cucito o confezionato io; cubi morbidi; bambole, softies e bambolotti; libri di cartone, carta e stoffa.


Sei soddisfatta di come glie l'hai proposta o continui a fare dei cambiamenti qua e la?
Sono soddisfatta, ma so che non si tratta di una soluzione definitiva.
Immagino che tra qualche mese le esigenze di Dafne potrebbero ulteriormente cambiare, e dunque la sua cameretta seguirà il suo percorso di crescita. Ad esempio ho in mente di comprare delle sedioline su cui possa sedersi, di costruire una cucina giocattolo in legno e una casa per le bambole, di crearle un piccolo armadio da cui possa prendere i suoi vestiti e le scarpe. Tutto un passo alla volta.

per quanto pensi rimarrà cosi???
Credo che fino ai due anni Dafne si concentrerà ancora sui movimenti: camminare, correre, ballare. E quindi questa stanza per ora è funzionale a questa esigenza.
Quando inizierà a parlare, dedicarsi ad attività di concentrazione e disegno, allora cambieremo nuovamente.


Qual'è il tuo angolo preferito?
Amo questa casa e tutti i suo angoli. L'abbiamo dipinta, pulita, ammobiliata, curata tutta con le nostre forze, e mi sembra tutta bella!


Cosa non ti convince???
La vasca da bagno: è vecchia e andrebbe rifatta, ma è una fatica economica non indifferente, che per ora non possiamo affrontare.

Dafne ti sembra sempre a suo agio???
Sì, direi di sì.
Quando non lo è, cerchiamo di comprenderne i motivi e aiutarla, anche modifucando l'ambiente.


cosa ti senti di consigliare ad una mamma che vuole creare ex novo la camera del suo bambino???
Di spendere poco e badare al sodo. Preferisco una cameretta essenziale e che cambia con le esigenze del bambino, piuttosto che una camera perfetta e preconfezionata che è difficile da personalizzare e da riadattare alle esigenze della crescita.
Il mio consiglio è di eliminare i fronzoli, i pizzi, i ricami e di puntare su materiali basici e naturali: cotone, legno, tappeti funzionali. E poi di creare degli angoli di 'colore' e svuotare molto gli ambienti. Trovo sia inutile dire continuamente 'No, non toccare!' ai bambini, quando possiamo togliere le bomboniere (che io non possiedo) dalla sua portata, senza frustrarlo con continui divieti.
Il valore e il rispetto per le cose e l'ambiente si impara anche con gli oggetti di uso più comune, senza per forza mettere a rischio le cose preziose.


Che dire se non grazie !!! A Barbara???
Qui l'articolo che mi ha ispirata :)
e poi ci trovate qui
Se qualche altra mamma volesse raccontarmi e condividere con noi la sua esperienza sulla gestione degli spazi mi scriva pure il suo pensiero a semplicicose@gmail.com o lasci un semplice commento ...

2 commenti:

  1. grazie, grazie!!! :)
    sembro anche una persona seria, vero?

    RispondiElimina

^_^ benvenuto