martedì 2 giugno 2009

Mi fa sempre piu' paura il mondo....

Leggo da un pò il blog di questa mamma Black Cat che secondo me dovrebbe non solo dare un valido esempio ad altri genitori ma anche spronare chi è in difficoltà solo a leggerla...
Una mamma che si ritrova a sentire questo genere di conversazioni

“…è che la nostra terza elementare è indietro rispetto alle altre, dobbiamo star dietro a un bambino handicappato. Io e le altre mamme abbiam firmato una petizione per chiedere di buttarlo fuori o farlo trasferire, ma il preside ci ha detto che non è legale…”

Come possiamo pretendere che crescano delle persone sane di mente, con dei sani principi, come possiamo sperare che il futuro dell'uomo migliori se alla base ci sono dei genitori cosi' deficenti??? (e scusate il francesismo)

Purtroppo le discriminazioni spesso partano anche da ordini di scuola piu' bassi... e io ne sono testimone consapevole....
Mi sono ritrovata con mamme che si permettevano di parlare del vissuto della Mamma x figlia di tizio che al nido magari mordeva sempre, che raccontavano di quando da piccola anche la mamma fosse cattiva eccc ecc

e queste persone non si guardano mai dentro.....aimè


Il sito italiano sull'autismo autismile.it
Calimero e l'amico speciale :
la favola per insegnare l'autismo ai piccoli




3 commenti:

  1. La diversità spaventa, atterrisce e confonde. Soprattutto se non si conosce il mondo e si pensa che solo per aver attraversato la strada si sappia tutto degli altri. Troppi genitori, ma anche diciamolo tanti operatori della scuola, hanno un idea errata della disabilità e in particolare non riescono a concepire l'idea che un bambino autistico in particolare è un esperienza che ti fà crescere dentro. Se solo comprendessero che questi bambini hanno solo un modo diverso dal nostro di percepire la realtà, che usano altri canali comunicativi e spesso sono più intelligenti di molti di noi. Ho avuto la fortuna di camminare al loro fianco e l'iniziale spavento (che è normale) ha lasciato spazio a un canale communicativo fatto di emozioni "speciali" così come speciali sono questi bambini.
    Un saluto

    RispondiElimina
  2. nella classe di mio figlio c'è un bambino autistico che grazie all'aiuto di un insegnante di sostegno riesce a seguire le lezioni senza alcun rallentamento per gli altri, io non conosco quasi nulla di questo bambino ma da quello che mi trasmette mio figlio mi sembra ben integrato. Mio figlio non ne parla mai in termini di "compagno diverso", per lui è assolutamente un bambino come gli altri.

    RispondiElimina

^_^ benvenuto