giovedì 14 ottobre 2010

Portarsi il figlio al lavoro:D


Questa mattina il papà di Ale è tornato al lavoro...
prima di prendere il taxi che lo avrebbe portato all'eliporto ha cambiato un marmocchietto sonnacchioso (che cmq alle 6,30 si è stranamente svegliato)...dandomi cosi' come sempre una gran mano...santo uomo LDP
Alle 7,30 io e Ale abbiamo aperto il nido...
Prima ho spogliato lui ( e gli ho anche messo le antiscivolo, che, tempo mezz'ora come sempre si è tolto)  l'ho adagiato in salone e poi sono andata a mettermi le ciabatte e a riporre la borsa...mentre lui gironzolava festante...
Lui al nido è sereno, felice, indipendente...si sente a casa sua...
Stiamo assieme nello stesso spazio fino alle 9.30 incrociandoci gran poco...per volontà sua :)se non durante la sua merenda...
Io lo osservo, sbircio i suoi gesti, come si rapporta con i bambini
Ho davvero una posizione privilegiata....tutte le mamme dovrebbero poter osservare ogni tanto i loro nani al nido...
Durante la mattina io sto nella mia sezione con i lattanti , spesso, lo ammetto ho l'orecchio teso, ma lui piange solo se si fa male o ha sonno...
Se durante la mattinata mi incrocia la mia figura, mi osserva, mi segue ma non lagna mai, perchè sempre preso dai suoi giochi...
E' coccolato da tutte, perchè è un bambino che non da alcun tipo di problema è un bambino che mette allegria... non solo perchè è mio figlio...
Sta imparando nuove abitudini, sopratutto a tavola....

L'unico vizio che gli concedo durante la sua permanenza al nido è quello di andare a prenderlo, dieci minuti prima della sua uscita... e portarlo in sezione con me...
dove gioca (dove gli passa un pò il sonno)..dove la mia collega se lo coccola,.dove si arrabbia quando lo prendo per portarlo da chi lo viene a prendere....

Per ora la convivenza con Ale è piu' che positiva
cerco di trovare la giusta misura...per riuscire a   non intromettermi ne troppo ne troppo poco...
sono consapevole che la tata di Ale,ossia la mia collega è spesso sotto pressione...pero' fa parte del suo mestiere :P
Anche perchè dopo Alessandro ,entreranno altri due figli di educatrici, sicchè!...
L'unica cosa difficile e non andare a consolarlo troppo quando si fa male...o passargli davanti con un altro bimbo in braccio...
ma diciamo che, semmai Alessandro un giorno avrà un fratellino o una sorellina di sicuro non sarà geloso :)

--
Sara

2 commenti:

  1. che dolce che sei, ti ammiro tanto... *

    RispondiElimina
  2. ma va bà per cosa... :) non faccio niente di chè se non lavorare ...ho solo il culo di avere un figlio indipendente...e non mammone :)

    RispondiElimina

^_^ benvenuto