Ruoli e fortune!

Sono iscritta in vari gruppi su fb, molti dei quali sono inerenti alla mia professione e in questo momento sto leggendo un gustostoso insieme di commenti ....insomma...botte da orbi proprio!
Si parla di ruoli e di titoli!
Se ne evince che :

  • l'educatrice di nido pulisce culetti, deve come da contratto, le insegnano a far quello!!!
  • la mestra della scuola dell'infanzia statale no ,non puo' non deve, ci saranno delle circolari ministeriali che lo vietano non lo so,comuqnue è chiaro che non deve pulire un culetto pena il taglio della mano ( credo che ogni scuola dell'infanzia statale abbia chi piu' chi meno collaboratori...)
  • la maestra della paritaria spesso fa tutto  per forza... (solitamente non ci sono molti laschi per avere anche dei collaboratori)
Insomma , ne è uscita la solita e triste scala gerarchica della scuola, per fortuna non tutte le maestre sono classiste!
Pero'...
Ora, mi rivolgo a te cara ragazza che ti stai per laureare e guardi con concupiscenza il mondo della scuola statale e miri a compilare quanto prima i moduli per le graduatorie d'istitituto, o a te che cmq vuoi lavorare con i bambini piu' grandi , o a te che non vedi l'ora di entrare nel mondo delle schede da colorare...
Ascoltatemi... vi voglio dare un consiglio da "amica", rispettate sempre le colleghe, di ogni genere e grado. Non sentitevi subito superiori perchè voi SIETE LAUREATE e ci sono delle colleghe che lavorano da anni con un diploma (casualemte come la sottoscritta),  
Se non volete entrare a lavorare a priori in un asilo nido perchè vi danno fastidio cacca e pipi non chiamate mai "maestrina " o giudicate mai inferiore un'educatrice di asilo nido, ci sono molte laureate nei nidi, ci sono molte maestre valide.
Concentratevi sui bambini, cercate di capire se la vostra è una passione o se si tratta di un mero bisogno lavorativo, se la vostra è una passione, una passione vera, non c'è età che tenga!
Purtroppo i nostri bambini sono già bistrattati dalle istituzioni, mandiamo bambini piccoli alla scuola dell'infanzia, a due anni e mezzo possono entrare a scuola, spesso ancora non autonomi, in scuole che spesso non hanno nemmeno un fasciatoio, pretendono che siano pronti per un grosso cambiamento senza assecondarlo. Cerchiamo almeno noi maestre di accudire al meglio questi gioielli..!

Vi auguro di capire qual'è la vostra stada.
Io oggi sono un po' delusa, ho vissuto per qualche ora l'illusione che sarei tornata a lavorare all'asilo nido, mio ero anche presa già incautamente le ciabatte nuove ma è sfumato tutto, eppure ho tanta esperienza, ho tanto amore per il mio lavoro, mi dicono tutti che sono una brava educatrice,....ma mi manca una dose di sano "culo!!!"





Commenti

  1. Non sono insegnante ma per quel che poco di esperienza di madre che ho, sottoscrivo tutte le tue osservazioni che sono alla base delle mie preoccupazioni sul il futuro "scolastico" dei nostri figli! Ti faccio intanto un mega in bocca al lupo per un veloce rientro al lavoro!

    RispondiElimina

Posta un commento

^_^ benvenuto

Post popolari in questo blog

Ansia

Week end

Sondaggio