mercoledì 11 gennaio 2012

Bomba

o.68872.jpgIn questo periodo di assenza forzata dal lavoro... comunque ho vissuto di riflesso i malesseri di una mia collega...alle prese con la mamma "mai contenta" di turno.
Mamma che fino all'anno scorso era molto felice di come suo figlio viveva in nido quando era nei lattanti con me e la mia collega appunto.
Poi i bambini invitabilmente crescono, vanno in una sezione piu' grande... io me ne vado e le cose cambiano!
La mamma si lamenta...ma sempre un pò per dare aria ai denti...non parla mai con la responsabile, minaccia di portare il bambino altrove a settembre... e a Natale fa per conto suo un pensiero alle educatrici...mah!
Non da mai spiegazioni chiare...si lamenta e basta
Questa mamma lavora anche nello stesso settore...
Queste sono le tipiche mamme che capitano almeno una volta all'anno, che mettono in crisi le colleghe piu' stressate...
Sono quelle mamme sempre un pò sopra alle righe, che hanno bisogno di attenzioni , che non capisci mai fino a dove vogliono arrivare.
Spesso i figli di queste mamme al nido sono sereni, giocano e si divertono...e fatico a capire dove sia il reale problema...
Poi queste mamme tendenzialmente parleranno male del nido e del personale....ma per fortuna non tutti le ascolteranno...restano comunque una bella bomba pronta ad esplodere da un momento all'altro!

--
Sara

7 commenti:

  1. Ci vuole tanta tanta pazienza...il vero, duro lavoro, è quello con i genitori...altro che con i bambini! Piena solidarietà! Un saluto

    RispondiElimina
  2. A proposito di genitori...questo venerdi è stato super stressante emotivamente. Lavoro come baby sitter, due cuginetti di 14 e 17 mesi. Il più piccolo morde spesso l'altro, sopratutto quando si contendono un gioco, ma a volte anche quando è molto contento, anche se nel secondo caso è meno irruento e riesco a bloccarlo in tempo. Hai qualche consiglio per attenuare questi "attacchi". Lo so che è una fase, che è solo il suo modo di esprimere le sue emozioni, sopratutto la rabbia...io avrei anche la pazienza di aspettare che passi, ovviamente riprendendolo, dicendogli che è sbagliato e non si fa...ma i genitori non ascoltano ragioni e mi rimproverano...come se fosse una mia mancanza... Non so + che fare...oggi 3 morsi...e lunedi cazziata, lo so già!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se i genitori se la prendono con te c'è poco da fare...
      Allora, dovresti dargli delle sberle sulla bocca secondo loro???? O lasciargli sempre il ciuccio???
      Ogni volta che morde ripeti sempre quei gesti e quelle frasi e guardalo bene in faccia....il bambino capisce, prova a dargli un'alternativa! tipo il bacio e la carezza anche se mi sa che il tuo problema piu' grande sono i genitori!!!1

      Elimina
  3. Si infatti, il problema più grande sono i genitori che non capiscono... Mi rendo conto che quei segni dei denti sul loro bimbo possano dispiacere...ma io non so come evitarlo. Ormai passo le giornate sotto stress, seguendolo come un'ombra e pronta ad intervenire...ma non so quanto resisto! Il problema è che il bimbo di 14 mesi quando litiga per un gioco sceglie la via più breve, non si spreca nemmeno a litigare o urlare o piangere, lui morde così l'altro lascia il gioco. Sto intervenendo io a riprendere subito il gioco per non averla vinta...e poi seduto in punizione. L'unica nota positiva e che sta seduto sinchè non gli do il permesso di alzarsi. Ma dopo 5 minuti è pronto per il prossimo attacco....

    Cerco di resistere... grazie Sara per la tua risposta! Speravo ci fosse una formula magica :P

    RispondiElimina

^_^ benvenuto