mercoledì 30 settembre 2009

C’era una volta, ma in effetti se ci pensi bene, c’è ancora...

Sono le parole dal suono semplice quelle che di solito incantano maggiormente i bambini...
(e anche me :P )

Questa storiella di quasimamma , un'altra mamma come me, è stata scritta in occasione di una caccia al tesoro particolare, doveva essere composta da solo 100 parole... (e doveva avere altre caratteristiche)

A me è piaciuta, penso che la imparero' per Ale... e a voi piace?


C’era una volta, ma in effetti se ci pensi bene, c’è ancora,
una piccola casa distante soltanto un’ora
Aveva un bellissimo prato all’inglese
anche se era in centro paese
Una donna e un gufo vivevano in amicizia
e c’era amore e tanta letizia
Ma un gatto furbone cantando tuppi tuppi titù
colpì il gufo e lo fece cadere giù
La donnola allora per difendere l’amico
la coda tirò al gatto stupito
Questo scappo diritto sul viale
lasciando gli amici soli a giocare
Donnola e gufo si abbracciarono sorridenti
e vissero davvero felici e contenti!
Se sei interessato a come è andata e finita la caccia al tesoro, trovi tutte le informazioni qui 

Grazie a quasimamma che mi ha permesso di postare la sua filastrocca

martedì 29 settembre 2009

Rosi Jò : da le ottimi spunti per degli allestimenti e decorazioni naturali

Ultimamente negli asili nido e non solo va molto "di moda" l'ultilizzo dei materiali naturali, il ricliclaggio e l' eliminare via via, ove possibile la plastica...in piu' si cerca sempre di spendere il meno possibile visto spesso le scarse risorse...
Il mio sogno è aprire un micro nido tutto mio...si sà!
e sicuramente per molti allestimenti mi rifarei al blog di Rosi Jò, amo sopratutto le sue creazioni in tema di "balconaggio" come quella che vedete nella foto.
E' vero, non tutti hanno la fortuna di abitare vicino al mare e porter raccogliere legnetti di vario genere, ma fatevi un giro  nel blog di Rosi
il suo blog è molto accogliente, non ve ne pentirete. Sicuramente troverete spunti validi ,care colleghe, per allestire sempre in maniera piacevole anche piccoli angoli, magari coinvolgendo qualche genitore nei vari laboratori...
Si sa, tanto piu' un ambiente è accogliente, tanto piu' un bambino lo vive in maniera intensa.

lunedì 28 settembre 2009

Asili nido per tutti gli statali.... e gli altri???

Leggo or ora questo articolo
a parte che non capisco perchè ancora una volta agevolare gli statali (e se c'è qualche statale in lettura non si offenda)
Perchè non mettono fuori invece fondi per far aprire piu' asili nido e piu' elastici , per tutte quelle persone che ne hanno realmente bisogno???
Mah!

domenica 27 settembre 2009

C come CREATIVITA'


Posted by Picasa Sicuramente, una cosa che aiuta molto sia un educatrice che una mamma è avere una certa vena creativa... 
Io non ho mai avuto molta fiducia nella mia vena :P,lo ammetto, al lavoro spesso ho lasciato fare alle colleghe per coprire i loro buchi in materia di informatica...
Pero' mi sono sempre ingegnata e quell'ingegnarsi , non lo sapevo ma nascondeva una certa vena...
Durante la mia gravidanza ho dovuto trascorrere un periodo a letto ,spesso era il pc a farmi compagnia e grazie a questo ho conosciuto il sito di MAMMAFELICE che mi ha aiutata a tirar fuori e sperimentare la mia creatività! :) 
Quello nella foto infatti è un piccolo bracciale che ho ricevuto partecipando  ad una bellissima caccia al tesoro organizzata da Barbara (mammafelice) e io a mia volta ho creato qualcosa ... ingegnandomi...con pochi mezzi...
Tutta questa solfa per arrivare a dire cosa???
Che spesso basta poco, basta cercare dentro di se per creare qualcosa di bello, la vena creativa a volte è solo nascosta.


S@ra...la ciapinatrice scritto il 28/08/2009

sabato 26 settembre 2009

La scatola di Ale


Oggi nel vano tentativo di fare ordine in camera e di organizzare le cose per il trasloco ho raccolto in una scatola che conteneva dei prodotti per bimbo (ho apprezzato di piu' la scatola che i prodotti di vede??? :P) i biglietti che accompagnavano i regali e non, i nostri braccialetti e anche alcune cose che ci son state regalate e che andranno collocate in camera sua..
Una volta traslocato penso si trasformerà totalmente nella scatola dei ricordi...



Nota: io in una scatolina ho tutti i miei denti da latte, ma si può??? :P
Posted by Picasa

giovedì 24 settembre 2009

Ma quanto amo riciclare... un quadretto semplice ....


Alessandro da quando è nato, ha ricevuto molti vestitini   e alcuni di questi avevano delle scatole molto carine... con dei bei colori accesi e cosi' ne ho tenuta qualcuna
Ad esempio nella foto quel verde che si vede è il fondo di una scatola sulla quale ho incollato  dell'erbetta verde, che non è altro che un pezzo di una bottiglia dell'acqua, tagliato a striscioline...
Mentre le foglioline non sono altro che due cerchietti ritagliati da un rotolo vuoto di cartigenica ricoperti con dello spago verde per pacchi e sagomati secondo l'esigenza del momento, lo stelo del fiore invece è ricavato usando  un pezzo di cordino per decorazioni.
Il fiore   infine  è composto dal  fondo e il tappo della bottiglia di una nota bevanda gassata.
Mi piacerebbe un domani decorare cosi' tutta una parete inserendo altri motivi ricavati sempre dalle bottiglie... l'effetto cromatico, sopratutto se illuminato a dovere è molto piacevole.

Materiali 
1 bottiglia verde
1 bottiglia arancio con tappo
un pezzo di rotolo di cartigenica
spago da pacchi verde
cordino decorativo verde in alternativo spago da alimenti colorato con tempere
e per il fondo del cartoncino verde (il mio un fondo di una scatola che ho riciclato)
colla a caldo o nastro biadesivo

mercoledì 23 settembre 2009

TUTORIAL PER CREARE UNA TENDA RIUTILIZZANDO LE BOTTIGLIE DI PLASTICA

COME QUALE??? GUARDA IL VIDEO

 

 

Caramella


Spesso nel forum che frequento si è parlato di bomboniere da donare a parenti e amici e di come poterle fare da se...senza spendere cifre enormi.
Ieri siamo andati a trovare un bimbo nato un mese dopo Alessandro (il primo viaggio lungo di Ale in auto...ha dormito tutto il tempo come sempre, all'andata...), i genitori di F. ci hanno donato questa carinissima caramella... (alla mia domanda "ma l'avete già batezzato, ho ricevuto questa risposta " terroni siamo, anche alla nascita li regaliamo!!!" :P )
La caramella è molto carina e fai da te...è un tubolare di stoffa al quale è stato cucito agli estremi della stoffa bianca doppia prima di essere chiuso ,dentro ci sono infilati i confetti ed è chiuso con dei nastrini di raso . Poi la confezione è arricchita da un lato con un orsetto di vetro e dall'altro con il bigliettino


Un bel effetto  molto carino e semplice da fare credo!

come ti riciclo la tazzina...



Un'altra delle mie passioni è quella piante grasse (oltre a quella delle tazzine, ma dirlo è stato un errore ora ho molte tazzine delle quali poche mi piacciono n.d.r)...che aggiunta a quella del
"non si butta via niente" a volte da dei risultati carini!!!
Capita spesso infatto che si rompa il manico di una tazzina, che si rovini il piattino ecc... ed ecco quindi una soluzione...
Io ne avevo preparata una molto carina da mettere nell'androne del nido ( ovviamente non ho una foto), ma quando sono tornata l'ultima volta in visita...l'ho trovata stecchita poverina .Purtroppo la piantina della foto è cresciuta maggiormente seguendo il verso sbagliato (si nota molto infatti dove manca il manico) ma basta girarla in direzione di una fonte di luce e il gioco è fatto...cambierà quanto prima posizione...
Tornando a noi...non necessariamente la tazzina deve essere rotta...
quante volte capita di averne di spaiate e di essere stanchi di tenerle cosi'???
Qui i casi son tre... o le si butta nel secco non riciclabile
o le si regala a qualche bimba che ci giochi nella sua cucinetta
oppure ci si mette dentro una piantina...come questa!!! Anzi un pezzetto!


Bisogna innanzi tutto cercare una piantina che non abbia bisogno di molto spazio, ne di tanta acqua
quella che ho usato io ad esempio l'ho adagiata su un fondo sabbioso....
Queste tazzine sono l'ideale per delle talee di cactus...o piccole succulente
oppure se andate a qualche mercatino di solito ne vendono di molto piccole ad un euro...

Un idea carina sarebbe poi confezionarle a tema (tipo natale) per fare dei regalini carini e poco costosi!

tipo queste che ho trovato in rete
p.s mi scuso per la mia foto ma le faccio sempre nei momenti sbagliati (ossia quando trovo un minuto di corsa subito dopo che mi è venuta l'idea )

Posted by Picasa

martedì 22 settembre 2009

Mamma Felice ovvero mamma mille risorse...

Leggevo questo nuovo articolo di Mammafelice
ho subito sbirciato il sito LavoroperMamme
e di conseguenza il blog, dove ho trovato questo interessante articolo

Carfagna: «In arrivo un piano per la conciliazione»  

 Sarei pronta a rifare anche l'ennesimo corso...davvero...speriamo si metta in moto qualcosa!!!


lunedì 21 settembre 2009

Voglia di "morbidezza" e colore???


Quando Ale era ancora nella pancia e avevo tanto tempo, avevo come progetto quello di creare una giostrina handmade per Alessandro...
essendo a digiuno di cucito, sbirciando tra i vari blog ho preso un pò di spunti...con scarsi risultati devo ammettere :P
Mi avevano colpito sopratutto gli animaletti di Apine industriose
che trovo siano anche ottimi per abbellire le sezioni all'asilo nido!
Molte mi colleghe sicuramente ora mi direbbero...
Ma chi è capace?
Chi ha tempo???
Bhe, dico la mia, spesso nei nidi, si fanno dei laboratori con i gentitori giusto???GIUSTO!
Ho partecipato a laboratori deserti dove nonostante tutto qualcosa ne è uscito, quindi...perchè no???

Se invece non siete un educatrice, ma dovete fare un regalino e sapete cucicchiare, perchè non aggiungere uno di questi animaletti, Alessandro ha ricevuto vari regalini handmade...e fanno davvero il loro effetto :)))

sabato 19 settembre 2009

Eventi che non perderei ma che invece mi tocca... UF



Se poi qualcuno ci va, mi racconta come sono??? :P Grazie

venerdì 18 settembre 2009

LA CACCIA AL TESORO piu' bella è quella che....


mette in pallio come premi...
  • Nuove amicizie
  • voglia di giocare
  • voglia di rendere le tue giornate piu' creative
  • vogli di leggerezza......

Confezioni regalo originali in carta

Ho trovato , la scorsa settimana in una libreria che teneva solo fondi di magazzino, ad un prezzo ridicolo questo bel libricccccino!
che pero' nn è piu' in commercio, quindi magari ogni tanto posso postare qualche tutorial! Se lo trovate in qualche bancherella, compratelo perchè è fatto veramente bene :)


giovedì 17 settembre 2009

Una torre riciclata (a puntate)

Se c'è una cosa che fatico a fare è buttare tutte quelle cose che guardandole mi fanno scattare la fatidica domanda..."
come posso riutilizzarla???"
complice il fatto che spesso al lavoro se c'è una cosa che mancano solo i soldi per dei nuovi materiali didattici. Lo dico spesso lo so,ma è vero!!!


Alessandro in questo periodo sta usando molta acqua fisiologica, perchè ha il nasino chiuso...
L'acqua è contenuta dentro a delle scatoline di cartone molto carine ... fino a ieri son finite nel bidone della carta...ORA BASTA!!! :p
Visto che son tutte delle stessa grandezza ho pensato di ricoprirle, man mano che finiscono, o con la carta dei regali che ha ricevuto (si ho tenuto anche questa,la piu' bella ecco) o con apposite immagini, tipo le lettere che compongono il suo nome, o con carta in tinta unita per stimolare la vista... e poi ricoprirla sua volta con la carta adesiva trasparente per farle durare un pò di piu' (altrimenti sarebbero tutte scartate in men che nn si dica asilo nido docet)...
Penso anche ,le prossime di riempirle con dei sacchettini di sabbia per renderle piu' stabili.

Questa nella foto è la prima... conto di arrivare ad avere un numero decente di scatoline da affidare tra qualche mese ad Alessandro...affinchè possa creare la sua" torre riciclata" :P

By S@ra Neomamma-Educatrice

Gioia per gli occhi (di Alessandro) ossia le sue "campanelleplastiriciclogioiose"

Se c'è una cosa che fa allargare il sorriso del mio fagianino sono le sue "campanelleplastiriciclogioiose"
(per gli amici solo...campanelle :P )
Forse sorride solo compassione... magari quando le guarda, si chiede "ma mia mamma non c'ha niente di meglio da fare???" :P
Ebbene si...
amo anche le bottigliette di plastica colorate e i loro tappi
Visto che è ancora presto per tenerle da parte per rimpinguare una eventuale sacca dell'euristico e nel contempo triste sprecare cotanto benddddiddio ho pensato bene di ritagliare i fondi di queste bottigliette e farne ,assieme ai loro tappi delle campanelle da soffitto...legate assieme da del nastro da regalo ovviamente riciclato. (tempo ??? 10 minuti)


I bambini in questa fare (2-5mesi ) stanno molto tempo a pancia in su...ed è bello stimolare la loro vista con qualcosa di nuovo e rinnovato...
Questa campanelle non costano niente e quando si è stufi...le si getta senza remore, senza riempirsi cosi' di "giochi" in cantina.
Io le facevo spesso quando lavoravo nella sezione lattanti, sono molto carine e facili da fare per abbellire la sezione, le mie come sempre son molto spartane e si possono migliorare...tanto che ad esempio ora le ho anche attaccate divise con il patafix al soffitto.
Cosi' vi sembrano insipide?
Volendo di possono ritagliare dei petali di carta colorata e farle diventare dei fiori appesi.
Ora io non posso farcirle molto inquanto sono appiccicate al soffitto appunto e sono praticamente davanti al mio naso, sopra al fasciatoio...ma voi?
Questa è solo un idea , uno spunto...
Se fate di meglio...e ci vuol poco.... mi fate vedere??? :)))))

Buon riciclo allora
By S@ra mammariciclona!

p.s mi scuso per le foto ma la luce è pessima....
e si notano gli altri amici di Ale???

martedì 15 settembre 2009

Scatolina sonor-profumosa! (strumenti musicali fai da te) dai 5 mesi in su

Amo le scatole, piccole o grandi che siano e ogni volta che me ne capita una in mano, prima di buttarla ci penso 5 o 6 volte...
Quando lavoro, magari le tengo da parte  e le utilizzo durante una "Puntata" di gioco euristico oppure le lascio a disposizione dei nanetti assieme  ad altri materiali non strutturati...
Questa volta invece, complice una manciata di chicci di caffè usciti dal sacchetto ho pensato di costruire questa scatolina sonor-profumosa :P

Materiali :
Una scatola di caramelle vuota
una manciata di chicchi di caffè 
un foglio di scottex
un pezzo di carta da regalo o un ritaglio a piacere.
nastro adesivo
Ho preso i chicchi e li ho messi nello scottex, ho creato cosi' un sacchettino che rilascerà sia l'odore del caffè ma renderà meno probabile la fuoriscita dei chicchi in caso di rottura della scatola.
(il sachettino deve essere molto sottile altrimenti la scatolina rischia di nn suonare)
Ho messo il sacchettino nella scatola e ho chiuso la stessa con il nastro adesivo badando bene di lasciare delle piccole zone scoperte (il nastro adesivo isolerebbe l'esterno dall'aroma del caffè)
Ho incollato due piccole figure (ritagliate da una scatola di vestiti per neonati) e le ho anche queste reste anti strappo! :P
ecco fatto...
Risultato? Un piccola scatola sonora colorata e maneggiavole con il pregio di essere profumata... che aspetta che Alessandro cresca un pò!
Quindi ben tre sensi stimolati in una volta
Olfatto, udito e vista


p.s il caffè può essere ovviamente sostituito con delle spezie , tipo dei semi di garofano ...
P.s1 ovviamente il bambino proverà a metterlo in bocca quindi rifilate bene il nastro adesivo e una volta che la scatolina arrivi a presentare delle lacerazioni o manomissioni....BUTTATELA E FATENE UN ALTRA :)
p.s 2  :io l'ho fatta in fretta ma ovviamente ognuno può decorarla o rifinirla come meglio crede :)
p.s3 : gioco non adatto a mamme ansiogene!

venerdì 11 settembre 2009

Ci voleva proprio un fiore!!!

Questo Blog! Ci vuole un fiore è nato da poco ,ma promette bene!
 lei scrive
" Intrattenimento e rispetto per l’ambiente, da diffondere attraverso il riciclo creativo e la messa al bando degli sprechi. Queste le due passioni alla base di civuoleunfiore-bimbi: una piccola porzione di rete in cui trovare idee e condividere stratagemmi per divertirsi con i più piccoli ed educarli alla sostenibilità."

La sua principale attività è quella di proporre feste a tema per compleanni e non!
Se abitassimo vicine la chiamerei in futuro sicuramente
Fortunatamente poi nel suo blog mette in mostra alcune sue creazioni.

Spesso noi addette ai lavori abbiamo bisogno di creare ambientazioni nuove e stimolanti usando spesso materiale economico come il materiale di recupero! 

 Io ad esempio TINE LE TARTARUGHINE  In una sezione di asilo nido, durante la primavera o l'estate me le vedo bene e voi!?

Bene seguiamo questa ragazza!!!Che domani presenta il suo laboratorio
in bocca al lupo!!!
 

Il Ciuccio questo arnese demoniaco!

Una delle cose che avevo con me in ospedale quando è nato Alessandro e che non ho usato è stato proprio il ciuccio!
Perchè tanto Alessandro ha dormito da quando è nato fino a quando siam arrivati a casa... (era sveglio di notte al nido, Almeno cosi mi dicevano)
Poi pero' due o tre giorni dopo la dimissione siamo dovuti tornare in pediatria per un controllo , quindi ha dovuto fare anche il prelievo per il controllo dell'ittero, il giorno stesso Alessandro aveva dovuto fare un ecografia... Piangeva disperato e l'unico modo che ho trovato per consolarlo è stato il ciuccio...
Mi piangeva il cuore e fresca di ormoni saltellanti ho ceduto! Aveva pur sempre solo una settimana di vita...

E' vero ora uso il ciuccio (io che ero quella che diceva "no al ciuccio" nei momenti critici e non la vedo come una sconfitta... e ce l'ho con me se mi muovo, Alessandro lo usa principalmente per calmarsi e addormentarsi, quando poi si addormenta lo sputa..
Insomma per ora nn è dipendente... per ora
cio' nonostante i mie ogni tanto commentano questo arnese malefico...
"poi i denti diventano storti ecc ecc" "levagli quel ciuccio "....e via andare...

Posso dire di saper percepire quando un bimbo è ciuccio dipendente ,l'esperienza ce l'ho
quindi li lascio dire (finchè dormo ancora sotto il loro tetto) e faccio finta di niente...
Ma che pesantezza uffff!
Che fatica!!!

Voi? Anzi i vostri nani che rapporto hanno o hanno avuto con il ciuccio???


Su pianeta mamma si dice che... il ciuccio
--
S@r@

giovedì 10 settembre 2009

I primi giochi per e con Alessandro ( dai pochi giorni ai primi due mesi)

Non è vero che nei primissimi periodi i bambini non fanno altro che mangiare, ................ e dormire...
Da subito come una spugna raccolgono tutti gli stimoli che gli vengono presentati
e le attività da fare con loro non sembra, ma sono varie e spesso le facciamo senza accorgecene...
Tipo?
Adagiate il vostro bambino sul petto per fargli sentire il vostro battito
Con Alessandro l'ho fatto spesso fin da subito...
Un infermiera del nido dell'ospedale mi aveva detto
"Alessandro ha bisogno di sentirsi tuo..."ed era vero, purtroppo a causa del cesareo non son riuscita a tenerlo subito sopra di me o spesso vicino a me...ma poi ogni qual volta lo vedevo un pò agitato  sapevo di certo come calmarlo...
 Oppure Sfioratelo con dei pezzi di stoffa  gradevoli al tatto e  di consistenza diversa...
Come la spugna morbina degli asciugamani, dei ritagli di velluto, di pile, facendo in modo di farli scivolare vicino alle loro mani per invogliarli nella presa...Io Ale lo accarezzo anche con il suo coccolino e lui sembra apprezzare
e poi...
Io ad Alessandro faccio spesso riascoltare le canzoni che ascoltavamo assieme quando era nella pancia ...è un ottimo modo per viviacizzare e stimolare le sue giornate e per non far dimenticare alla mamma certi attimi... :)
e poi ovviamente parlategli spesso...parlategli come parlereste ad una qualsiasi persona, descrivetegli ogni cosa che fate per lui e con lui, guardatelo spesso dritto negli occhi e guardatevi assieme allo specchio...



Nella foto : 
Uno dei Coccolini Toddels Colours: Il primo gioco di Alessandro preso sul sito Bibabebi, la sua peculiarità è che è in tessuto naturale e molto resistente.  Ammetto di averlo preso per raggiungere una certa spesa... però essendo io allergica alla polvere e avendo quindi un rifiuto verso i peluche, trovo che questo amichetto sia l'ideale per Alessandro e me ^_^ 


N.B ogni qual volta nei miei post parlo di qualche oggetto, non ricevo nessun compenso , sia chiaro! ^_^è solo un modo per farvi conoscere la mia esperienza in merito

mercoledì 9 settembre 2009

Scuola...

L'asilo nido non fa parte del mondo della scuola ...
Avete mai sentito parlare di asili nido statali?No perchè non esistono, ci sono asili nido comunali e quelli privati oppure quelli comunali gestiti da una cooperativa sociale...o ancora peggio ci son quelli con la gestione mista realtà che aimè conosco bene.
Abbiamo sentito parlare pero' spesso di fondi per le varie sezioni primavera
 oppure del fatto che ogni tot di anni qualcosa o qualcuno fa si che l'inserimento dei bambini alla scuola dell'infanzia sia sempre piu' precoce...degli asili nido si parla per riempirsi la bocca ...o per ricordare di quanto costano.... PUNTO (se costano c'è un perchè!O NO? )
Ora...lo so posso sembrare di parte essendo un educatrice di asilo nido e forse lo sono
ma ho la convizione che ogni stagione abbia il suo frutto...
Ho dalla mia pero' anche il fatto che sono diventata mamma da poco... e ho a cuore il futuro del mio bambino...quindi spesso mi fermo a pensare e  pensando ne esce che potendo scegliere non manderei Alessandro alla scuola dell'infanzia a due anni e mezzo... con maestre che spesso sono abituate a rapportarsi con bambini di una fascia di età diversa dalla sua, in strutture che spesso non sono organizzate in modo da accogliere bambini un pò piu' piccoli, quindi con la voglia ancora di riposarsi su un tapettone, di giocare spesso a terra, con bambi che magari portano ancora il pannolo!
Anche le sezioni primavera spesso sono un qualcosa di non ben definito e arraggiato alla meno peggio...
Ho avuto la fortuna di lavorare anche in queste realtà e un pò le conosco...certo non faccio di tutta l'erba un fascio...
per "fortuna" in paesi come il mio dove c'è solo un asilo nido che può ospirare 30 bambini per un numero di abitanti che va sopra ai 35.000, le mamme che lavorano possono rivolgersi anche alle varie sezioni primavera aperte nelle varie scuole dell'infanzia, spesso private (dove a volte non c'è un fasciatoio e il momento del cambio non è ben gestito ad esempio)...
Pero' quest'anno grazie al fatto che la signora Germini ha stagliuzzato di qua e di la i vari fondi e ha anticipato  l'inserimento dei bambini nelle scuole dell'infanzia a due anni e mezzo compiuti entro aprile , (inserimenti spesso nn fattibili inquanto le strutture si ritrovano già al completo) ....rischiano di non partire e allora mi chiedo...
dove ce li mettiamo questi bambini intorno ai due anni che non trovano spesso posto negli asili nido e nemmeno nella scuola dell'infanzia???
Dove???
Cosa devono fare le loro mamme??? cosa?
Sinceramente non lo so!


Questo post partecipa al
blogstorming

Il libro del bebè

Non avevo in programma di comprare un libro del bebè per Alessandro
avevo pensato di scrivere su un blog alcuni passi dal quando era in pancia in poi e magari un giorno stamparlo
Poi ho ricevuto in regalo una cesta di prodotti e dentro c'era questo libricino dentro è carino! Ed è anche profumato e sopratutto non è impegnativo! :P  solo che vorrei modificare la copertina ...suggerimenti???

lunedì 7 settembre 2009

Babbo Natale in georgia

Per un giro di Blog sono passata per quello di Mani che creano 
che sta promuovendo, a mio avviso, una bella iniziativa...
Visto che molte di voi amano creare con ago e filo ho pensato di segnalarvela :)
Io non sono brava (leggasi capace) in questa attività e sto pensando come rimediare :)
Come dico sempre "basta poco che ce vò"

Una nuova partenza

Mi ero ripromessa, durante questo mese estivo di buttare giu' dei post che potessero essere di aiuto alle mamme in procinto di inserire il loro piccolo all'asilo nido
 ....poi pero', visto che anche io sono alle prese con un piccolino e il postparto 
è andato tutto scemando...complice anche lo sclero portato dal caldo torrido!
Solitmanete quando nn ho lo stimolo adatto, quando nn vedo la scintilla, c'è poco da fare...niente va in porto...fino a quando non mi scatta la molla...sucessiva...

Tutto questo per dire che  questo è l'ultimo post che scrivo qui... perchè ora non sono piu' solo un educatrice ma anche una mamma...in questo periodo sono piu' mamma ad dire il vero...insomma sono cambiata per forza di cose e questo cambiamento merita anche un nuovo blog...o no?
Nulla di troppo diverso da questo spazio...forse, chissà, anche questo in continua evoluzione....
 quindi entrate pure a sbirciare...nel NIDO DI ALE !

Ho sempre e cmq bisogno dei vostri post ,fonte di ispirazione e di voglia di continuare!

Pronti partenza via...

 In questi giorni anche gli asili nidi o stanno per riprendere le attività o le hanno riprese...
Giusto sabato scorso ho partecipato alla festa di apertuna del nido del mio paese e ho avuto modo di captare o sentirmi raccontare gli stati d'animo delle mamme, alcune delle quali mie coetane e conoscenti...
Ora che sono anche mamma oltre che ad essere educatrice, capisco ancora meglio le loro ansie e i loro dubbi...e dove posso cerco di tranquillizarle...
Ma facciamo qualche esempio...
C'era la mamma "costretta"...
pare che le farmaciste dopo la maternità obbligatoria  "debbano" tornare al lavoro...altrimenti rischiano il posto... e cosi' M. ha cominciato ad inserire questa settimana la sua piccola di quattro mesi...l'ho vista abbastanza serena...ci siamo confrontate un pò, entrambe cesarizzate...entrambe precarie...entrambe innamorate dei nostri nanetti .
Poi c'era la mamma con l'ansia da ritorno, si perchè la sua piccola aveva trascorso tutte le vacanze solo con lei e le si era attaccata morbosamente, durante la festa era a sua agio nel giardino del nido ma continuava a fissare la mamma :P, per paura le scappasse!
Poi c'era la mamma "oh... finalmente respiro" che non vedeva l'ora l'indomani di portare il piccolino dalle educatrici...per le quali nutre grande fiducia e stima...
C'era ovviamente anche la mamma ansiosa, quella che ogni tre secondi chiamava l'educatrice di turno per fare le ultime 5.000 domande :P

Anche le educatrici erano alle prese con il nuovo inizio... pochi minuti prima della festa erano ancora intente a lavare i giochi , a sistemare le sezioni....a ridare vita all'asilo nido :)

L'asilo dove ho lavorato io fino a pochi mesi fa, invece apre lunedi'....chissà come andranno gli inserimenti...croce e delizia di educatrici ma sopratutto di mamme :P

(alcune esperienze )

Pilly80 di "improvvisamente in quattro" ne fa un bellissimo racconto
qui


Anche l'esperienza di MARILENA, alle prese con un inserimento "all'nglese" è degna di nota :) e la trovate qui
Mentre Chiara racconta con gioia il rientro della sua Princi al Nido... e lo potete leggere qui



In questi giorni navigando tra i blog di mamme se ne leggono vari di racconti...tutti belli e sopratutto veri :)
Ci sono anche quelli delle educatrici...che trascorreranno sicuramente due o tre mesi di fuoco...mesi che a me mancheranno molto lo ammetto :)


il vostro inserimento invece com'è stato??? ^_^ di voi mamme intendo eh!
Se invece non è ancora cominciato e avete ancora qualche dubbio su cosa portare al nido leggete questo mio vecchio post!
"attrezzatura da nido"

domenica 6 settembre 2009

Una vecchia, ma nemmeno tanto riflessione...

A Giugno scrivevo...prima della nascita di Alessandro


La prima parola che mi salta in mente in questi giorni ...
se penso all'asilo nido... è
...ANSIA...
Ansia giustificata di ogni mamma che si appresta ad affrontare l'ignotooooo.....^_^
e a poco servono le riunioni, a poco serve spiegare le routines del nido ad una mamma in ansia...
Se io guardo la questione dal mio lato penso...
perchè le mamme son cosi preoccupate???
i bambini con noi hanno un ambiente a loro misura
durante il colloquio ci facciamo dire tutto quello che ci può servire per capire meglio il bambino, il rapporto educatrici bambini è basso quindi possiamo occuparci al meglio di tutti...offriamo spazi accoglienti, pranzi adeguati ecc ecc....e allora cosa c'è che non va???
C'è che la mamma è la mamma
è chi ha portato in grembo il suo bambino per nove mesi
quella persona che si è sempre occupato di lui
e che soffre del distacco...quasi sempre
che a volte si sente in colpa
che spesso vede l'asilo aimè come l'ultima spiaggia...
Diffidate di chi vi dice "ah negli asili nido li lasciano la non li guardano nemmeno"
"Li cambiano li sfamano e stop"
Il carico di responsabilità che noi abbiamo è grande...voi ci date vostro figlio,il vostro cucciolo prezioso, vi staccate da lui...e lo mettete nelle nostre mani....
solo una pazza può prendere questa responsabilità sotto gamba....
poi fortunatamente molte educatrici sono mamme
noi tendiamo sempre a mettere al primo posto le esigenze del bambino e chiederci "dove avrò sbagliato???" se le cose non vanno al meglio o a chiedere consigli alle mamme...
almeno io ecco..


Noi educatrici possiamo metterci tutto l'impegno possibile per inserire il vostro bambinbo ma il vero primo inserimento da fare è quello della mamma... e se questo risulta difficile di conseguenza lo sarà quello del bambino...


Mamme: Quando farete il colloquio individuale, preparatevi prima un foglietto con una serie di dubbi,incertezze, preoccupazioni, è un vostro diritto (fregatevene di passare per la mamma ansiosa)....avere tutte le risposte e averle anche in corso d'opera è una richiesta lecita...cercate di avere subito un rapporto aperto con l'educatrice, non tenetevi tutto dentro per rimuginare poi fuori...non pensiate che qualcuno vi vuol fregare...
Io quando faccio un colloquio con una mamma non uso schede, fogli precompilati stile liste della spesa....prima di tutto lascio parlare a ruota libera la mamma,pur avendo nella mia testa una serie di caselle da riempire, perchè ci sono informazioni che è importante avere... e se magari quel giorno ci sfugge qualcosa ci prendiamo cinque minuti durante l'inserimento, ogni giorno per raccontarci....perchè la comunicazione è importante...




P.s c'è da considerare che come in ogni ordine di scuola....ci sono asili nido e asili nido
c'è quello comunale della grande città ,molto capiente
c'è quello del piccolo comune come quello dove lavoro io che conta in tutto 24 bambini
c'è il micronido
c'è il nido privato


ognuna di queste strutture è gestita diversamente...
nel mio asilo nido si cerca ancora di ricreare un rapporto familiare con genitori e bambini...con pro e contro....perchè l'asilo è sito in un paese dove si conoscono tutti




Ora come ora... ora che ho con me Alessandro...il mio pensiero desiderio è questo...
Mi piacerebbe poter continuare ad occuparmi di Alessandro a tempo pieno fino a quando avrà un anno...(e visto che son disoccupata sarà cosi mi sa) dopo di che vorrei che avesse la possibilità di frequentare l'asilo nido, perchè penso che sarebbe per lui un'ottima opportunità di crescita personale.

mercoledì 2 settembre 2009

Fasciatoio

Alessandro ama da morire stare sul fasciatoio nonostante gli innumerevoli lavaggi nasali!
Essendo il mio bagno mansardato, sul soffitto, appena sopra al fasciatoio, ho da tempo attaccato degli adesivi ai quali ultimamente...SORRIDE
e oggi per provare un adesivo particolare, ho appiccicato delle striscioline di plastica, ricavate ritagliando una bottiglia BLU... (SU SFONDO BIANCO),ogni giorno aggiungo qualcosa, oggi un nastrino rosa...
....cosi poco fa durante il cambio... mentre era tutto intento a sorridere al mondo...agitandosi si deve essere accorto delle striscioline, si è fermato e ha osservato con attenzione, poi ovviamente ha sorriso!
 :)



Ale oggi ha  quasi 1 mese 25 giorni, in questa fase della sua vita preferisce immagini complesse, distingue le ombre e percepisce la profondità  e le forme delle cose
--
S@r@

Parco Faunistico Valcorba, non chiamatelo Zoo!!!

Una volta amavo scrivere sul blog, scrivevo praticamente ogni giorno, poi Facebook ha rovinato un pò tutto! Volevo provare pero' a scri...