giovedì 25 aprile 2013

Quando la tosse ti inchioda in casa...uf

Oggi è una bella giornata di sole, in molti su fb postano foto di questo e quel posto...noi ovviamente dove siamo??? In casa!
Martedi Ale è tornato dall'asilo con una bella tossaccia...(sarà che il giorno prima è saltato nelle pozzanghere??? Bagnandosi tutto???) Comunque visto che anche papà L era tornatato materdi ,mercoledi abbiamo  fatto tutti  vacanza e ovviamente pure oggi! Oggi ci siamo concessi un saltino dalla nonna e stop! Meglio non prendere aria! Altrimenti non passa piu'!
Pero' rimanere in casa è una piccola tragedia per me, mi basterebbe "giardineggiare" invece ho lasciato uscire il papà ! Giusto per avere la speranza di vedere una sorta di giardino utilizzabile quanto prima! Mah!
In queste ore di urto profondo, mentre il sole entra dalle finestre...non è assolutamente mia intenzione sfruttare il tempo per fare grossi lavori in casa!Anche perchè con un nano che ti chiama diecimilavolte al minuto è pressochè impossibile! Allora un po' gioco con lui, un pò cazzeggio e un po' penso a cosa preparare per il mercatino dell'asilo in occasione della festa della mamma!
Io sto pensando anche a cose a poco costo ,che rendano tanto e che si vendano facilmente.
Memore del fatto che a Natale una nonna aveva portato dei prodotti del proprio orto ho pensato di portare dei prodotti che ho a casa in abbondanza...ossia ;Filo, cerniere e bottoni! Spero che qualche nonnina sganci pochi ero per portarsi a casa un sacchettino ...utile! Questo in foto è un esempio ma ne voglio creare altri!






lunedì 22 aprile 2013

Domenica grigia e bigia, pioggia e lumache!

Venerdi pomeriggio, dopo l'asilo, io e Ale siamo andati a mangiare il gelato con le mie ex colleghe e i loro bimbi! Faceva caldo, io avevo una maglia con la manica a tre quarti ma quasi mi infastidiva.
Il week end invece è stato plumbeo e piovoso :(
Abbiamo potuto far gran poco di bello assieme, posso sono ringraziare i miei genitori che si son occupati un po' di Ale. Poche ore, ma quasi non ci speravo!Ne avevo bisogno!
Mentre lui era a zonzo ho riordinato un po' questa mia vecchia camera ancora piena, troppo piena di cose mie...che fatico ad eliminare, ma nonostante tutto, tra le mie cose e i giochi di Alessandro, la confusione regna sovrana, sempre! Ci sono sempre disegni e giochi sparsi in ogni dove.


Questa lumaca l'ha disegnata proprio ieri, la prima lumaca che io vedo fatta da lui, sarà che nel nostro giardino ne abbiamo tante o che è uno dei pochi disegni che io faccio per lui (sono negata)!
Mi stupisce giorno per giorno, mi stupisce come progrediscono i suoi disegni, non perchè lui sia migliore di altri è un bambino che sta diventando grande e forse non sono pronta! Ma mi piace vedere in ogni disegno che fa ...un enorme sorriso
Disegna camion con il sorriso, si disegna con il sorriso e questo mi rasserena!
Perchè io arrivo alla fine delle due settimane senza papà L abbastanza provata, mai come in questo week end ho voglia e bisogno della mia famiglia riunita e quando Ale si incupisce e mi dice che gli manca il suo papà faccio di tutto per farlo sorridere cosi sono quasi costretta a farcela senza l'altra spalla dell'argine, che solitamente mi aiuta a portare avanti il nostro progetto educativo...
Ma martedi è vicino...e speriamo torni anche il sole! 
Ho voglia di famiglia, di ciapinare  in vista della festa della mamma (per il mercatino della scuola materna n.d.r ), ci sstarebbe bene anche uno swappino di primavera quasi quasi o no?
Bhe pensateci io intanto vi auguro 

Buon inizio settimana!

venerdì 19 aprile 2013

Da domani smetto!

Io ho un modo di scherzare che non tutti capiscono al volo sopratutto se una persona non mi conosce, ma è anche vero che se una persona non mi conosce e quindi io non la conosco appieno evito di scherzarci troppoo in maniera criptica!
Pero' che un mio familiare dopo 34 anni della mia vita se la prenda e ancora non capisca come scherzo  mi porta inesorabilmente a pensare che è ora di smetterla di scherzare , di perdere la mia indole, non posso pretendere che gli altri mi capiscano, quindi da domani smetto!Diventero' seria e posata sempre!
Ora devo solo decidere se chiedere scusa o meno!


p.s questo breve post è sponsorizzato dal mio superio

mercoledì 17 aprile 2013

Un corso prePARCO non c'è???

Io non vado molto spesso al parco con Ale lo ammetto, visto che tempo fa ci andava con mio papà, ma ultimamente lo frequento di piu' ed essendo Alessandro cresciuto ammetto che a volte mi trovo in difficoltà...
Lo richiamo? Non lo richiamo? Cosa effettivamente puo' fare? Cosa No? Mi intrometto o no?
Bhe oggi dei bambini gli hanno dato dei pugni per gioco e a me questo non è andato giu'!
Vederlo piangere e dire "ma io sono buono"  mi ha fatto rabbia, perchè non volevo arrivare a dirgli "difenditi"...da cosa? Dalle mamme sedute all'estremo opposto che se ne sbattevano appieno?
Ha riprovato una seconda volta ad inserirsi nel gruppo per giocare , lui voleva essere il buono ma per loro doveva essere a tutti i costi il cattivo da sconfiggere!
Hanno iniziato a dargli sporadici pugni guardandomi (ero a due passi) ,trovando quasi soddisfazione nel riuscire a mettere giu qualche colpo e poi si son lasciati prendere la mano...
Allora ho preso Ale e gli ho fatto capire che era meglio andare via...che non vale la pena giocare con quei bambini! Forse ho sbagliato forse no so che è dura gestire queste piccole situazioni!

Per fortuna poi abbiamo trovato un po' di pace nell'orto del nonno e giocando con lo zio :)


lunedì 15 aprile 2013

Guest post! Una delle nostre vacanze raccontate da lui..."foresta dei cinque sensi"

Tempo fa avevo chiesto a L di provare a raccontare il nostro ultimo week end in val di fiemme (ottobre 2012 tempo splendido) e visto e considerato che in molti cominciano a guardarsi attorno per le vacanze estive e non spero di darvi qualche spunto in piu' con questo lungo post... che dividero' in due parti.
Luca aveva prenotato un pacchetto che si chiamava "foresta dei cinque sensi"...avevamo bisogno di staccare un po'...vi lascio con il suo luuuuuuuungo racconto!:)

"
L'intenzione c'era; bastava trovare l'occasione, mi dicevo. Ero al lavoro, in un turno particolarmente stressante e inoltre anche più lungo del solito. Non ne potevo più: mi mettevo a cercare e mi chiamavano alla radio (ricetrasmittente n.d.r ). Prendevo tempo, mi rimettevo a cercare, ed ecco che suonava il telefono. Accampavo scuse, incolpavo qualcuno, mi rimettevo a spulciare siti, offerte, pacchetti, e mi contattavano da sala controllo. Gente che urlava in officina, il solito capannello alla macchina del caffè, non avevano proprio niente da fare? Possibile che uno non possa programmarsi le vacanze in pace? Come potevo non essere stressato?^_^


Comunque sia, finii per trovare quello che faceva per me sul sito dell’A.P.T.: un pacchetto di due notti, due escursioni, degustazione. Quello che mi incuriosiva era la particolarità delle due escursioni: nella prima ti appioppavano una guida e un fotografo, quindi con due che parlavano non avrei dovuto parlare io... della seconda non si capiva nemmeno quali fossero le intenzioni, e magari nel caos avrei potuto mimetizzarmi. Infine si mangiava, che non è mai un male. E' fatta, mi sono detto, prendo questo, e presi questo.


Arriva il venerdì mattina della partenza e – sperando sia il venerdì giusto – prendiamo l'auto, in qualche ora siamo a Predazzo direzione Bellamonte. Ecco l'albergo! Proprio come su Street View. Parcheggiamo e siamo accolti dai gestori (marito e moglie), cortesissimi e subito in grado di metterci a nostro agio. L'albergo profuma piacevolmente di legno, e dopo attenta riflessione sono convinto di aver capito perchè: porte, pavimenti, mobilio, è tutto in legno massiccio, di nuova costruzione e di aspetto decisamente gradevole. Apriamo la portafinestra ed usciamo in terrazza: piccolo giardino con giochi, panni stesi ad asciugare, tavolini e sdraie, vacche che pascolano placide, e foresta a perdita d'occhio. C'è aroma di pini ed erba bagnata, starei lì tutto il pomeriggio! 


Ma usciamo, andiamo a fare un giro in Val di Fassa, arriviamo a Moena!
A Moena facciamo un minimo di spesa per l'escursione dell'indomani e inoltre ci fermiamo a prendere gelato, torta e caffè presso una pasticceria che ostenta una cameriera con passione per la body art (sembra Keith Flint in tutto tranne che per i capelli). Facciamo poi un sopralluogo per individuare il centro visitatori del Parco di Paneveggio, dal quale partiremo la mattina seguente, e torniamo in albergo dove abbiamo deciso di cenare (il nostro pacchetto non prevedeva la cena, ma nei dintorni dell'albergo non c'erano ristoranti e per evitare di fare strada inutile abbiamo pensato di fermarci in albergo e abbiamo fatto bene!!!!)

La cena è un'altra conferma della qualità dell'albergo: il buffet è vario e particolare, i piatti tutti invitanti, il servizio cortese e attento - anche e soprattutto alle esigenze di Ale, il quale ci intrattiene con una delle sue migliori serate, letteralmente divorando la cotoletta, salutando tutti gli altri avventori più volte, e inventando neologismi e storie che ci fanno sghignazzare come matti. Una tisana dopo cena e un po' di saletta dei giochi per Ale, e infine torniamo in camera stanchi e soddisfatti. Ben presto (subito) mi addormento, devo dire che la qualità del sonno è molto buona: il letto è morbido ma non sfatto, la coperta è fresca e profuma di pulito, il cuscino è anch'esso morbido per i miei gusti ma tuttavia confortevole. Contrariamente ad altri letti di tortura che ho provato (uno su tutti: lo scassone sardo) questo è una delizia.

Sabato mattina, ci alziamo e andiamo a colazione. La varietà non è grandissima ma la qualità è buona; anche qui l'albergo mantiene le promesse e la giornata comincia bene.

domenica 14 aprile 2013

Un sabato al mare con il nonno...


I week end senza papà L mi mettono sempre un po' l'ansia lo ammetto e allo stesso tempo tristezza, perchè magari ci son delle belle giornate e noi siamo lontani, per quanto io abbia il supporto morale dei miei ...non è la stessa cosa!
Durante l' inverno poi è tutto pesante, le giornate sono lunghe e se non fosse che spesso a casa c'è ancora (per poco) mio fratello sclererei ! (Lo stesso fratello che mi ha appena "watsappato" da camera sua cinque minuti fa)
I miei genitori non sono anziani ma son pieni di magagne...avrebbero molto da vivere ancora ma non so come ...tutto questo mi rattrista...sopratutto quando vedo uomini anziani camminare meglio di mio papà e signore sempre ingamba!
Cerco di viverli al meglio e piu' che posso, sopratutto mio papà che è in una fase un po' pessimista della vita, è stanco e ho paura che si stia lasciando andare...
Cosi quando mi ha proposto di andare al mare con Ale ho accettato! Noi tre... una coperta, due giochi e poco altro! Mio papà ama il mare, fino ad un paio di anni fa ci andava anche in bici, ci andava anche in inverno con i nostri cani, quest'anno meno...!
Lui si è rilassato sotto al sole, io ho giocato e passeggiato con Ale (che mi ha fatto portare a casa moltissimi sassi :P ) ci siamo soffermati a guardare i lavori di pulizia della spiaggia, ho cercato di fargli vedere la piattaforma dove lavora il papà! Siamo stati bene... sono attimi che mi rendo conto di dover cogliere.
Mi fa estrema tenerezza mio papà e mi fa star male vederlo cosi'! L'unica cosa che posso fare e dimostrargli il mio affetto, a volte anche io guardo i suoi coetanei e amici con invidia/rabbia, anche io penso a come sarebbe se non fosse ammalato, ma poi penso anche a tante amiche che hanno perso presto il papà o che ce l'hanno ma con dei problemi gravi e allora non mi resta che pensare, sono fortunata ad averlo ancora.

Non voleva essere un post triste questo, perchè alla fine abbiamo passato una bella giornata ma ora che penso nonostante il sole, un velo di malinconia c'era...



Lui, questo piccolino a volte un po' lunatico, nonostante il faccino serioso, si è divertito 


martedì 9 aprile 2013

I fiori sbocciano ma il sole no


I fiori nel mio giardino stanno sbocciando e stanno cercando di dare il meglio di se nonostante tutto.
Fuori è appena spuntato un timido sole , molto timido, ma fa freddo. E' il nove di aprile e fa freddo come se fosse il primo Marzo! Ieri sera pioveva ancora e la mia unica consolazione è stata  pensare all'insalata che non avrei dovuto bagnare.
Si perchè domenica ho piantato la mia prima insalata! Mio papà ha sempre fatto l'orto ma ora fatica a farlo e una mano gliela do io! Anzi noi, io e Luca...e  chi passa per l'orto!
Comunque dicevamo...fa freddo!
Questa mattina Alessandro ha trovato un berrettino invernale che gli piace molto che avevo lavato per metterlo via, se l'è messo ma non sembrava per niente fuori posto.
Ieri ho sistemato un po' di fiori che avevo comprato... e fare giardinaggio con queste temperature non è molto stimolante, c'è sempre quell'arietta gelida che ti sfiora il collo!
La stessa arietta che domenica mi ha fatto portare via due giubotti diversi a testa per me e per Ale.
Siamo andati ad una festa di primavera, Montegrotto Terme (pd), ma il tempo era grigio, l'aria fredda, tanto che quando siamo arrivati ad Ale ho infilato nuovamente il piumino e a me il cappotto....
Son giornate un po' cosi'...poi oggi è pure partito L per il lavoro e sto aspettando che mi chiamino una buona volta per risolvere lo strabismo di Ale.
Intanto per ammazzare il tempo sistemo un po' questo caos, in un mese di lavoro si è generato un mostro :)

venerdì 5 aprile 2013

Colore, primavera, sole...bisogni primari

Nel mio giardino sono sbocciati i giacinti, le margherite, crochi e altri fiori gialli...l'erica sta tornando bella rigogliosa e anche la lavanda si sta riprendendo...
Ma la pioggia insistente spegne tutti questi colori.
Avevo preso al mercato anche dei gerani...ma non sono ancora riuscita a metterli nei vasi giusti...
Ho voglia di colore, temperature miti, passeggiate....

Mi scaldo con questo disegno di Alessandro, fatto con il paint, strisciando sul monitor del mio pc con le dita, come fa quando striscia le tempere sul foglio....




Parco Faunistico Valcorba, non chiamatelo Zoo!!!

Una volta amavo scrivere sul blog, scrivevo praticamente ogni giorno, poi Facebook ha rovinato un pò tutto! Volevo provare pero' a scri...